L’anno scorso a Pontida splendeva il sole.

Splendeva sopra il festival dell’orgoglio antirazzista. Nato dai centri sociali di tutta Italia come risposta alle provocazioni di Salvini, il festival è stato un successo oltre ogni aspettativa.

Ha mostrato la forza di tante e tanti che si oppongono alla discriminazione, al razzismo, all’odio.

Una forza che spesso sottovalutiamo. Ci illudiamo che non ci sia alternativa al razzismo onnipresente, e in questo momento cupo è ancora più facile pensarla così.

Ci sentiamo soffocare, circondati da quelli che in realtà si rivelano simulacri vuoti: l’invasione, i 35€ al giorno, il “razzismo verso gli italiani”, il “ci rubano il lavoro”.
Slogan che hanno come unica caratteristica concreta l’aver versato il sangue di chi muore nell’attraversare il mediterraneo, degli omicidi razzisti di Firenze, della tentata strage di Macerata, della nuova schiavitù del caporalato, dello sfruttamento delle donne vittime di tratta.

La simbologia razzista che ci accerchia ha un’origine chiara: il pratone di Pontida.
Nei raduni su quel prato è stato puntato l’indice su un nemico che ha cambiato volto nel tempo: prima i terroni, poi gli albanesi, i rumeni, gli “islamici”, i rom, i “negri”, i “finti profughi”.
L’odio, quello, non ha confini.

Ma nonostante questo trasformismo leghista, Pontida, suo malgrado, mantiene ancora oggi il ruolo di terra d’elezione di una narrazione razzista e discriminatoria.

Spetta a noi, tutt* insieme, tracciare nuove vie per sradicare immaginari di odio e razzismo, iniziando proprio dal luogo simbolo di Pontida come inizio per l’abbattimento dei feticci leghisti: abbatterli con la forza dell’orgoglio migrante, l’orgoglio che nasce dal desiderio di libertà di chi non conosce confini, dalla volontà di costruire il proprio futuro senza negare quello dell’altro, dalla dignità di ribellarsi ad ogni sopruso.

Orgoglio migrante che nascerà da una giornata di festa, di cultura, di musica, di sport popolare, di aggregazione e di tanto altro: vogliamo costruire questa giornata insieme, come insieme siamo scesi a Macerata, a Firenze, a Milano, in tante mobilitazioni di solidarietà.

VOGLIAMO COSTRUIRE PONTI D’AMORE PER SUPERARE I MURI DI ODIO E RAZZISMO

 

ADESIONI

PER ADERIRE: CLICCA QUI
 
ADESIONI:
 in fase di aggiornamento
Pape Diaw
Anna Di Palma
Maria Claudia Alessandroni
Giuseppe Saragnese
ORGANIZZAZIONI, COLLETTIVI, ASSOCIAZIONI:
c.s.a. Pacì Paciana, Kascina Autogestita Popolare Angelica “Cocca” Casile, CSOA Lambretta, Insurgencia, Centro Sociale Cantiere, Bergamo Migrante Antirazzista, Casc Lambrate, Collettivo degli studenti Bergamo – Ferruccio Dell’Orto, Progetto20k, Ape Bergamo, Bergamo Antifascista, MAITE – Bergamo Alta Social Club, Bergamo Antifa United, Propagazione, Coordinamento Dei Collettivi Studenteschi, Bergamo Pride 2018 – Giù la maschera! Parata finale, Collettivo Sguaraunda – Pavia, Associazione IRIS, Falle Girare, Gli Armadilli – Laboratorio di Ecologia Pratica, Spazio Jurka, Alma Rebelde Como, Sondrio Antifascista, Arci Demos, S.Pinta dal Basso, Arci Dallò, Tpo, Làbas, Rete Studenti Milano, Collettivo Cronopios, Sindacato Autonomo Lavoratori Africani nel Mondo, Ri-Make, SGB Lombardia, Associazione Essalam, Centri Sociali del Nord Est, Potere al Popolo Bergamo, Circolino della Malpensata Bergamo, Progetto20k, Hopeball, Universitario Antifascista, Centri sociali delle Marche, Ya basta Marche , Ambasciata dei diritti Marche, Csa Sisma, Spazio Comune Tnt Jesi, Polisportiva Ackapawa, Antifascisti Valle Brembana, Unità Popolare Collettivo Domenico Belotti, Atletico No Borders, ANPI Trezzo Sull’Adda, Movimento No TAV,  Realtà antirazziste della Sicilia, Anima Rebelde, Collettivo Femminista Gramigna, ARCI Bergamo Provinciale, Circolo ARCI Lezioni al Campo, UDS-Unione degli Studenti Lombardia

IL FESTIVAL

LINEUP 
TORNEO DI CALCIO ANTIRAZZISTA

12 squadre maschilli e 3 squadre femminili si confronteranno sul campo sportivo di Pontida, in un torneo dove a vincere sarà la solidarietà e l’antirazzismo.

I migliori giocatori verranno premiati con le magliette del Festival, autografate da SuperMario Balotelli!


COME ARRIVARE

Pontida è un piccolo comune quindi CONSIGLIAMO VIVAMENTE DI ARRIVARE IN TRENO! 

L’area del Festival è in via don Enrico Paolazzi Pontida, a poche centinaia di metri dalla stazione dei treni di Pontida

Treni da Bergamo per Pontida (direzione Lecco):

10.08 – 11.08 – 12.08 – 13.08 – 14.08 – 15.08 – 16.08 – 17.08 – 18.08 -19.08 – 20.08 – 21.08 (ultimo treno)

Treni da Lecco per Pontida (direzione Bergamo):

9.12 – 10.12 – 11.12 – 12.12 – 13.12 – 14.12 – 15.12 – 16.12 – 17.12 – 18.12 – 19.12 – 20.12 – 21.12 (ultimo treno)

GLI ULTIMI TRENI IN PARTENZA DA PONTIDA SONO:

21.36 per Bergamo

20.24 per Lecco (diretto)

21.36 per Lecco (prendere per Bergamo, scendere a Bergamo e prendere il 22.21 per Carnate. Da lì prendere il 23.20 per Lecco)

DA BERGAMO: Ritrovo ore 12.00 in stazione dei treni

DA MILANO: TRENO Ritrovo ore 10.15 stazione Lambrate info su Facebook

DA NAPOLI: BUS info: +393459028895 info su Facebook

 


CONTATTI

Per informazioni e contatti invia una mail a pontida@inventati.org

ADERISCI!